9to5News – News a tempo pieno

ottobre 26, 2015

Ciao a tutti🙂

9to5News

Oggi vi presentiamo un nuovo sito di notizie: 9to5News!

9to5News ( che si legge in inglese Nine to Five News ) è un nuovo sito di informazione, che vuole essere un’alternativa fresca e più chiara ad altri siti in notizie, sia nel riportare i fatti che nel layout.

Vi consigliamo di dargli uno sguardo, soprattutto se siete appassionati di calcio e cercate informazioni accurate e sempre aggiornate a riguardo.

Vi invitiamo quindi a dare uno sgurdo al sito e a farci sapere nei commenti cosa ne pensate.

Grazie per l’attenzione ciao!

A sostegno di Nonciclopedia e Genera.tv

ottobre 4, 2011

img_nonciclopedia

Questo post è per sostenere la lotta che nonciclopedia e genera.tv  stanno portando avanti contro le pressioni subite dagli avvocati di Vasco Rossi su gli amministratori di nonciclopedia.
Tartassati dalle convocazioni della polizia, per non incorrere in ulteriori guai e per dare un segnale forte di protesta per la situazione che stanno subendo, hanno deciso di autosospendersi spiegando il motivo di tale gesto (qui per approfondire).

Genera.tv ha deciso di creare una pagina su Facebook “Salviamo Nonciclopedia” a sostegno di questa causa. Ed è appunto su quella pagina che vi invito ad iscrivervi ed esprimere la vostra opinione su ciò che accadendo.

Quello che è certo è che quando si cerca di sopprimere la libertà di espressione non si può restare a guardare.

Grazie per aver letto fino a qui🙂 .

Usiamo la voce degli annunci Trenitalia

settembre 29, 2009

fs

Il logo sarà anche cambiato negli anni, ma la qualità del servizio, purtroppo per noi, rimane sempre ad un livello molto (ma molto) basso😦 .

L’unica maniera per consolarsi è la possibilità di far  dire tutto ciò che vogliamo alla voce sintetizzata utilizzata da Trenitalia per l’annuncio dei treni.

La casa produttrice del software di sentizazzione vocale è la Loquendo, e la voce maschile italiana utilizzata da Trenitalia si chiama Roberto.

Per poter utilizzare anche voi questo software sul vostro pc scaricate questi 2 file:

Software Loquendo

Voce italiana Roberto

Il primo contiene il software di sintetizzazione vocale neccessario all’utilizzo delle voci, mentre il secondo è l’eseguibile per installare la voce Roberto utilizzata da Trenitalia.

Il metodo di installazione per ora è stato testato solo su Windows.

Una volta scaricati il due file seguite questi passi:

  1. Decomprimete il file Loquendo__.rar appena scaricato. Verrà creata la cartella Loquendo__
  2. Aprite la cartella Loquendo__\ Loquendo. 0zkrXD\TextAloud MP3 V2.173
  3. Nella cartella TextAloud MP3 V2.173 , fate doppio click sul file TA2173.exe e seguite le schermate di installazione
  4. Quando avvierete il programma TextAloud appena installato, vi verrà chiesta la key di acquisto;  perciò aprite il file keygen.exe (presente nella cartella TextAloud MP3 V2.173) e copiate la key fornita dal generatore di chiavi (nel caso in cui la key non venga accettata, provate a crearne un’altra premendo il pulsante GENERATE.)
  5. Andate ora ad eseguire ed installare la voce italiana che avete appena scaricato,dopo averla estratta dallo zip, cioè il file Loquendo_TTS.voice.only.Roberto.exe
  6. Per funzionare, la voce ha bisogno di essere patchata, quindi eseguite il file Loquendo.exe che trovate in Loquendo__\Loquendo. 0zkrXD\Crack Para las Voces e cliccate il pulsante Patch. Nella box Release Info dovrebbe uscirvi la scritta *PATCHING DONE*
  7. Ora copiate il file che appena patchato, LoqTTS6.dll, e incollatelo nella cartella in cui è stata installata la voce Roberto (se non avete modificato il percorso di installazione dovrebbe essere C:\Programmi\Loquendo\) vi verrà chiesto se vorrete sostiuire il file LoqTTS6.dll già presente, rispondete Si.

L’installazione è completata😀

Per poter utilizzare la voce sintetizzata aprite il programma TextAloud , selezionate la voce Roberto , scrivete qualcosa nella box testo sottostante e cliccate sul tasto Speak che trovate nel menù.

Ora potete finalmente far dire alla voce di Trenitalia tutto quello che vi pare😉

Il metodo di installazione è stato testato solo su Windows (precisamente Windows 7, non dovrebbero esserci problemi quindi con Vista ed Xp). Chiunque voglia contribuire testando la procedura di installazione su Mac Os X (tramite WineHelper o CrossOver) o su Gnu/Linux (tramite Wine) lasci un commento qui sotto e verrà ringraziato e citato nella guida.

Ciao😉

condividi_su_facebook condividi

19/07/2009: Italian Google is broken! / Anche Google inciampa!

luglio 19, 2009

11.30 am (italy):

Italian Google homepage is broken / Homepage italiana di Google :

www.google.it

google-homebroke

…as the Firefox Google home / homepage italiana Google Firefox:

google-firefoxbroke

Also Google it is not perfect / Anche Google sbaglia.

Sun Microsystem: a quale gioco sta giocando?

novembre 5, 2008

sun21

Molti di voi conosceranno la Sun Microsystem, in caso contrario ve ne dò un breve accenno io (consiglio di leggere anche a chi già conosce la Sun):

La Sun Microsystem è un’azienda della Silicon Valley, che ha iniziato come produttrice di workstation (computer molto potenti), per poi passare alla produzione di software, nella quale si è distinta grazie alla creazione di Java (un linguaggio di programmazione). Negli anni successivi si è resa nota anche nell’ambito OpenSource, acquistando dalla tedesca StarOffice e dai cui ha derivato (e reso OpenSource) OpenOffice; sempre su questa direzione Sun ha reso Java OpenSource.

Bene, stando a ciò detto sopra, sembra che Sun sia una di quelle aziende intenta a promuovere all’espansione del software OpenSource.

A causa però del piccolo (e direi frequente) fraintendimento di significato fra Open Source e Free Software (che ricordiamolo, sono 2 cose completamente diverse), si tende a confondere l’espansione del Open Source come l’espansione della libertà e indipendenza per gli utenti. Ed è proprio su malinteso (fra Open Source e Free Software) che le aziende puntano per farsi pubblicità, etichettandosi come “nuovo tipo di aziende” dedite esclusivamente agli interessi dell’utente.

Fin qui non ci sarebbe niente di eclatante, dato che parecchie aziende stanno battendo questa via, cercando di accaparrarsi simpatie e sopratutto per conformarsi alle nuove tendenze.

La cosa che fa emergere la Sun Microsystem da questo mucchietto di aziende è una scelta che lascia, inizialmente, non poco perplessi, in quanto la Sun fa parte del Trusted Computing Group. Questo lascia appunto perplessi perchè lo scopo principale di questo gruppo di aziende è proprio quello di limitare il più possibile la libertà e l’indipendenza dell’utente.

E c’è di più, la partecipazione è divisa in 3 fasce e Sun fa parte della fascia più alta e importante del gruppo, cioè quella dei fondatori (le altre sono collaboratori e utilizzatori delle tecnologie TC).

Questo vuol dire Sun fa parte di quelle aziende , che sedute attorno ad un tavolo, hanno elaborato un piano di collaborazione, perchè si sentivano minacciate appunto dallo stato di libertà e indipendenza degli utenti.

Riassiumiamo.

Sun Microsystem è azienda improntata all’espansione dell’ Open Source, facendo credere agli utenti di essere a favore della loro libertà di scelta; contemporaneamente è tra i fondatori di un gruppo di aziende il cui scopo primario è limitare la libera scelta di ogni singolo utente, costringendolo ad acquistare e utilizzare solo i loro prodotti contenenti tecnologie che restringono fino al niente le altre loro libere scelte di acquisto.

La domanda che a questo punto viene spontaneo farsi è:

Ma Sun Microsystem a che gioco sta giocando? Quali sono le sue intenzioni?”

Una volta esclusa l’ipotesi di un goffo tentativo per provare a seguire due politiche aziendali contemporaneamente (cosa difficile da credere che possa fare un’azienda), la risposta che sono riuscito a dare è molto semplice, cioè un tentativo di ottenere una sorta di monopolio.

Analizzando singolarmente i fatti questa è un’ipotesi molto probabile:

  • Rendendo Java Open Source le aziende hanno visto la possibilità di poter adattare maggiormente il linguaggio alle loro esigenze, e conseguentemente c’è stata un aumento dell’utilizzo di Java
  • Con l’acquisto prima di StarOffice e poi con la distribuzione di OpenOffice Sun ha creato il primo pacchetto ufficio più utilizzato su piattaforme non-Windows
  • Recentemente Sun ha acquistato MySQL, il gestore per database Open Source più famoso e utilizzato al mondo
  • Sun è un fondatore del Trusted Computing Group, come se avesse già pensato ad assicurasi una sorta di protezione da quelli che potrebbero essere concorrenti esterni al gruppo, una volta che avrà acquistato una posizione di totale monopolio nei propri campi.

Vi invito a scrivermi le vostre opinioni riguardo a questo bizzarro e alquanto contraddittorio comportamento.

Ciao😉

P.S. Per maggiori informazioni sul Trusted Computing cliccaqui

L’era dell’infomatica “fidata”: Purtroppo é già arrivata.

agosto 9, 2008

Ciò che sto per narrare non è un racconto, ma è l’attuale realtà…

Un bel giorno le maggiori aziende in campo informatico (sia di hardware che di software) si incontrarono e si dissero:

Visto che noi siamo le maggiori produttrici di hardware e software, e che ogni giorno chi utilizza i nostri prodotti cerca di fregarci copiando illegalmente i nostri programmi e film, perchè non ci alleiamo tutte insieme, così saremo noi a fregare loro?

Tutti i presenti esultarono e acclamarono l’accordo con un: “SIIII!!!“.

Quel giorno nacque Trusted Computing, ovvero la fine di ogni libertà.

Il Trusted Computing Group è formato da: AMD, HP, IBM, Intel, Microsoft, Fujitsu Limited , Seagate Technology, Sun Microsystems, Infineon, Lenovo e Wave Systems.

(Vorrei ricordare a chi è un pochino più pratico in campo infomatico che Sun Microsystems è l’azienda che produce OpenOffice, il pacchetto per ufficio Open, bel controsenso vero? )

In breve, Trusted Computing significa “informatica fidata”, infomatica affidabile, cioè un’insieme di regole che dovrebbe garantire la protezione dell’utente da minaccie esterne; detto così sembra fantastico…

detto così SEMBRA, ma non lo è, per il semplice fatto che le regole non le fai tu.

Le regole le fanno le aziende, sono loro a decidere, e decidono cosa è meglio per loro, e non cosa è meglio per te.

Giusto per chiarire le idee, per loro è meglio che tu non possa :

  • Fare una copia di sicurezza del cd col gioco/programma/canzoni appena acquistato
  • Guardare un film sul loro televisore su un lettore dvd che a loro non piace (caratteristica del famoso standard HDMI per la visione dei film in alta definizione )
  • Recuperare i tuoi dati( foto, documenti, ecc) utilizzando il tuo vecchio disco fisso sul loro nuovo pc
  • Installare il sistema operativo che preferisci (linux, BSD, ecc)
  • Decidere liberamente come usare ciò che hai comprato

L’invito è quindi lo stesso che è presente sul sito no1984.org:

  • Informarsi dell’eventuale presenza del chip TPM (Trusted Platform Module) nei prodotti che si intendono acquistare
  • evitare l’acquisto di supporti (film in dvd, cd audio) che includono tecniche (DRM) che impediscono di creare delle copie per uso personale.

Infine allego il famoso video per la lotta al trusted computing che spiega in modo molto semplice quanto avete appena letto.

Ciao😀

PayPal truffa sul cambio euro-dollaro

luglio 15, 2008

Sapete già cos’è PayPal ? Se non lo sapete ve lo riassumo io:

PayPal è un sistema di pagamento on-line creato dal gruppo e-Bay (famoso sito di aste on-line), che permette di effettuare pagamenti in tutto il mondo , semplicemente abbinando al proprio accout paypal una carta di credito(visa,visa electron,ecc..) o una carta prepagata (postepay, ecc..) in modo sicuro, senza il bisogno di comunicare i propri dati al venditore.

Bene, sembra ottimo.

Io stesso l’ho usato per diversi acquisti on-line, o almeno fino a quando ieri ho notato qualcosa di strano.

Acquistando da dei siti americani, il prezzo della merce è naturamente espresso in dollari (dollari USA), e pagando io in euro, paypal effettua automaticamente la conversione in dollari(dollari USA) facendo riferimeto al tasso di conversione, e qui nasce l’inganno.

Questo è uno screenshot sulla pagina di pagamento di paypal:

Come si può notare il tasso di conversione di PayPal al 15 luglio 2008 è: 1 Euro = 1.55099 Dollari USA.

Bene, ora osservate invece il grafico riportato da Yahoo Finance sul cambio Euro/Dollaro USA dello stesso giorno:

Come è sottolineato in rosso questo è l’andamento EURO/USD del 15-07-08 aggiornato alle 20.58.

Nella giornata di oggi il cambio EURO/USD non è mai sceso al di sotto dell’ 1.5860.

Il cambio EURO/USD non è stato mai al di sotto del 1.55 dalla seconda metà di giugno di quest’anno in poi ( è possibile consultare il relativo grafico qui).

PayPal scrive esplicitamente che fa riferimento ad un proprio tasso di conversione, ma dato che il cambio EURO/USD è quello dettato dalla dall’andamento della borsa, PayPal effettua i pagamenti verso l’america con l’effettivo tasso, di fatto guadagnandoci.

Personalmente ho avuto modo di verificare solo il tasso di conversione EURO-USD, chi altro si sia reso conto (o se ne renderà conto) lasci qui un commento a riguardo.

Grazie per aver letto fin qui.🙂

Ciao🙂

condividi_su_facebookCondividi

10000 visite, Grazie…

giugno 11, 2008

10000 visite

Voglio ringraziare tutti quelli che hanno fatto visita al mio blog, quelli che lo stanno facendo ora e anche tutti quelli che lo faranno🙂 .

Ho la consapevolezza di essere un piccolo sito dei tanti, che fatica ad emergere e far conoscere e diffondere le proprie idee…

Il potere è nelle mani di chi naviga e di chi visita… E più generale il potere è di chi è in grado di pensare e ragionare autonomamente senza farsi trascinare dagli eventi.

Vi invito a visitare anche un’altro sito, gestito da 2 ragazzi molto capaci e competenti in campo informatico e non solo: [Linux Pirates].

Rinnovo di nuovo i ringraziamenti a tutti…

ciao😉

Si! Si può fare…e lo stanno già facendo…

giugno 10, 2008

MacOs on Nintendo DS

giugno 3, 2008

Girando per la rete ho trovato un video che mostrava il MacOs (precisamente la 6.0.8 ) caricarsi su un nintendo ds…la cosa mi ha incuriosito e ho voluto subito provarla anch’io😀

Innanzitutto bisogna avere neccessariamente una flash card, attualmente sono tutte sullo slot-1 (quello dove si inseriscono normalmente i giochi, per capirci ); se non la avete potete acquistarla su uno dei tanti negozi online.

Io ho optato per la “EzFlash V Slot-1 solution” con all’interno un’espansione della ram da inserire nello slot-2 (utile per usare programmmi come opera-browser).

Detto ciò, in teoria ci sarebbe tutto un procedimento abbastanza laborioso di ricerca di file su internet e di programmi di conversione da utilizzare; però ho deciso di risparmiarvi tutto questo, allegando a questa guida il pacchetto già confezionato qui.

Una volta estratto lo zip, copiate tutto il contenuto all’interno vostra flash card (nella root, evitando di inserire i file in eventuali sottocartelle). Nel caso in cui abbiate uno slot di ram aggiuntivo, dovete precisare il tipo di memoria utilizzata, modificando nel file “minivmac.ini”,  la riga

ramtype=

assegnandole uno di questi valori a seconda della marca della memoria che utilizzate:

sc  (nessuno slot aggiuntivo, impostato di default)
m3 (flash card M3)
g6 (flash card G6)
ez (flash card EZ)
opera (slot di espansione incluso nel software opera-browser ds)

Accendete il DS e avviate il file “MinivMacDS.nds”, dopo pochi istanti vi si caricherà MacOs 6, rigorosamente in bianco e nero😀 . Per utilizzare il mouse avete 2 opzioni: utilizzare lo stilo facendo click con il tasto “su” del joypad (scomodo se siete mancini) oppure presemere il tasto “start” del ds e utilizzare il joypad per muovere la freccia e il tasto “x” per fare click.

Ciao😉